Dr.OSCAR ALÓ

Massofisioterapista e Cinesiologo

Prenota Prima Consulenza Gratuita

ELETTROTERAPIA

L’elettroterapia usa gli effetti biologici ottenuti dall’energia elettrica a scopo terapeutico, sono controindicate nei pazienti portatori di pace-maker, in gravidanza, mezzi di sintesi metallici, lesioni cutanee, epilessia, ipoestesia cutanea per la stimolazione peri-cardiaca e per qualsiasi reazione allergica accertata alla corrente. Le principali applicazioni sono:

TENS (Elettrostimolazione nervosa transcutanea): ha un effetto antalgico attraverso la stimolazione selettiva dei nervi periferici da parte di impulsi elettrici, è indicata nei dolori radicolari (rachialgie, sciatalgie e cruralgie), nelle nevralgie post-erpetiche, nell’artrite reumatoide, nell’artralgie e mialgie localizzate.

Correnti Diadinamiche: consistono in onde con impulsi unidirezionali e sempre positivi le cui  diverse combinazioni di impulsi danno origine a diverse correnti: monofase, difase, a corto periodo, a lungo periodo, sincopata. Gli effetti terapeutici sono analgesico, trofico ed eccito motorio, con azione superficiale sono indicate: nelle tendiniti (gomito, polso, spalle, ginocchio e caviglia), nei postumi dolorosi di traumi articolari, nelle artropatie acute e croniche e nelle algie muscolari.

Correnti interferenziali: è endogena bidirezionale e a bassa frequenza, si viene a formare in seno ai tessuti nel punto in cui si incrociano due correnti a media frequenza. Si chiama interferenziali perché si forma ed interferisce con i tessuti nel punti in cui due correnti a media frequenza si incrociano. Ha un’azione profonda che non è realizzabile con le diadinamiche e presenta un’amplificazione dell’intensità, perché le intensità delle correnti erogate dai due generatori si sommano.

Ionoforesi: è una corrente continua unidirezionale con la quale usualmente si introducono farmaci nell’organismo, direttamente nella zona da trattare, assolutamente senza dolore e senza apportare alcun danno ad altri organi con la conseguenza di aumentare il tempo di permanenza in loco della sostanza medicinale e migliorare il trofismo dei tessuti superficiali e profondi.

La galvanoterapia mediante bacinelle galvaniche, è una particolare terapia strumentale che utilizza il principio fisico della polarità elettrochimica sfruttando la capacità di alcune sostanze dotate di una polarità di essere attratte da una carica opposta. E’ utilizzata per veicolare e far migrare sostanze o farmaci dall’esterno verso l’interno in maniera uniforme e molto efficace con effetti importanti sull’ abbassamento della soglia del dolore (effetto antalgico), sul drenaggio dei liquidi (spostamento dei liquidi), sull’aumento della vascolarizzazione (effetto vascolare) e sull’effetto antiinfiammatorio (effetto elettrochimico). Le indicazioni terapeutiche sono: dolori a mani, polsi, gomiti, piedi, caviglie e ginocchio, iperidrosi.

Elettrostimolazione eccito motoria: è utilizzata al fine di stimolare il muscolo denervato, per ridurre l’ipotrofia dovuta al non uso del muscolo normoinnervato, mantenere il trofismo muscolare nel muscolo denervato o parzialmente innervato, per potenziare il muscolo innervato. E’ utilizzabile sia nei casi di infortunio e conseguente deficit muscolare, sia per attuare una vera e propria opera di prevenzione, rafforzando i distretti muscolari preposti alla protezione dell’articolazione soggetta ad infortunio. Nello sport è utilizzata per il potenziamento muscolare degli atleti. Le correnti ad azione eccito motoria sono di tipo: rettangolare, esponenziale, faradica, di kotz.

Prenota 1^ Consulenza Gratuita