Rieducazione posturale metodo Françoise Mézières

Si basa sul principio di valutazione causa – effetto nel rapporto sintomo – patologia poiché spesso l’origine del problema che affligge il paziente è lontano dalla zona di manifestazione.

Ha lo scopo di prevenire i paramorfismi e compensare i dimorfismi che si manifestano a carico dell’apparto muscolo scheletrico, riequilibrando i rapporti di accorciamento e retrazione delle fasce muscolari coinvolte nella biomeccanica del movimento, allentando le tensioni per riportarle alla loro lunghezza e condizione originaria, applicando una trazione contemporanea alle estremità delle catene muscolari interessate, attraverso l’assunzione di determinate posture accompagnate da un esercizio di respirazione mirato.

L’applicazione è in patologia funzionale per normalizzare i defecit osteo-muscolo-articolari:

  • Vertebrale: lombalgie, lombo sciatalgie, cervicalgie, cervicobrachialgie, etc..

  • Articolare: periartrite scapolo-omerale, coxartrosi, gonartrosi

  • Muscolare: sindrome degli scaleni, dello stretto toracico superiore, dell’angolare.
  • Dismorfica: iperlordosi, ipercifosi, ginocchia valghe/vare, piede piatto/cavo, ecc…

E’ utile inoltre per gli sportivi, per la prevenzione di contratture, stiramenti, strappi, tendiniti.

“Il corpo è schiacciato dalla propria forza-peso, vale a dire dalla propria forza muscolare, dalle ipertonie, dagli stati di tensione e contrazione, dalle perdite di elasticità” (F. Mézières)

Prenota 1^ Consulenza Gratuita