Dr.OSCAR ALÓ

Massofisioterapista e Cinesiologo

Prenota Prima Consulenza Gratuita

TECAR TERAPIA (DIATERMIA) TECnosix Red Coral

La diatermia o Tecarterapia, nota anche come Tecar, è un trattamento elettromedicale, che permette un più veloce recupero da traumi e patologie infiammatorie dell’apparato muscolo-scheletrico. Basandosi sul principio fisico del condensatore si crea una corrente indotta nella zona da trattare, che a sua volta sviluppa un calore che agisce sugli stati infiammatori.
E’ una forma di termoterapia endogena: la parola “termoterapia” significa “terapia basata sul calore”. L’impiego del calore con finalità terapeutiche, soprattutto in presenza di affezioni dolorose muscolari e articolari, è diffuso da diversi decenni. Alcune termoterapie che hanno preceduto la Tecar ed in uso ancora oggi sono: l’infrarosso, gli ultrasuoni ed il laser.
Il termine “endogena” si riferisce al fatto che induce la produzione di calore a partire dall’interno del corpo (calore endogeno), l’infrarosso, gli ultrasuoni e il laser, invece, prevedono l’utilizzo di apparecchiature che emettono loro stesse calore. Ciò vuol dire che il calore è esogeno, cioè proviene da una fonte esterna al corpo. In altre parole, induce il corpo del paziente a collaborare in modo attivo, per il raggiungimento più veloce della guarigione.
Gli effetti principali del calore endogeno sono: produzione di calore endogeno anche in profondità; abbassamento della viscosità del tessuto muscolare e connettivo; aumento della circolazione sanguigna; stimolazione del drenaggio linfatico; incremento dell’attività metabolica; aumento dell’ossigenazione dei tessuti; maggior apporto di sostanze nutritizie; eliminazione rapida di scorie e cataboliti; accelerazione dei processi rigenerativi; rilascio di endorfina e riduzione del dolore.
Dipendenti dall’energia erogata dal dispositivo, gli effetti biologici della Tecar sono, principalmente, tre: aumento del microcircolo, vasodilatazione e incremento della temperatura interna (la scelta della quantità di energia trasferita dal dispositivo è in funzione dell’obiettivo terapeutico).
Efficacia, rapidità di risultato e selettività nell’azione di trattamento sono le caratteristiche vincenti del sistema TECnoSix Red Coral, ottimizzando la trasmissione energetica ai tessuti corporei in termini di efficacia, visto che è possibile verificare in tempo reale la quantità d’energia realmente assorbita dal corpo durante il trattamento, di rapidità di risultato attraverso l’opportuna scelta di potenza applicata e tempo d’esposizione del paziente al trattamento, di selettività nell’azione del trattamento sulle differenti zone del corpo, potendo scegliere fra le differenti frequenze di lavoro.
Questo modello di diatermia si differenzia per la dipendenza dell’operatore, che potrà adattare il tempo di trattamento e la percentuale di erogazione di energia dialogando con il paziente e monitorando in tempo reale (mediante l’impedenziometro incorporato) la perfusione energetica in rapporto alla permeabilità della membrana cellulare trattata, accomodando ulteriormente la prestazione attraverso un massaggio locale in modalità capacitiva e manovre di mobilizzazione passiva e/o attivo assistita in modalità resistiva: la modalità capacitiva è adatta alla cura dei problemi ai tessuti molli, la modalità resistiva è indicata per il trattamento dei disturbi ossei, articolari, cartilaginei ecc.

In ambito medico, la Tecarterapia trova largo impiego:

  • Patologie muscolari: Contratture; Stiramenti o strappi; Contusioni; Edema.
  • Patologie dolorose della colonna: Lombalgie; Dorsalgie; Cervicalgie.
  • Patologie della spalla: Tendinite e tenosinovite; Tendinopatie inserzionali; Capsulite adesiva.
  • Patologie del polso e della mano: Tendiniti e tenosinoviti di mano e polso; Rizoartrosi.

  • Patologie dell’anca: Coxartrosi; Borsite; Pubalgia.
  • Patologie del ginocchio: Condropatia rotulea; Gonartrosi; Esiti di lesioni traumatiche dei legamenti crociati anteriore e posteriore; Distorsioni.
  • Patologie della caviglia e del piede: Esiti di fratture; Distorsioni; Fascite plantare; Tendinite achillea.
  • Riabilitazione post-chirurgica.

Nel suo complesso, la Tecarterapia è da considerarsi un metodo di trattamento altamente sicuro. Le sole persone a cui i medici raccomandano precauzione (e magari il consulto di uno specialista) sono i soggetti portatori di pacemaker, gli individui insensibili alle alte temperatura e le donne in gravidanza.
In linea generale, gli effetti sono apprezzabili dopo un ciclo di 5-10 sedute ravvicinate nel tempo, è doveroso puntualizzare, tuttavia, che esistono condizioni per le quali è necessario un ciclo più lungo o sedute di mantenimento a cadenza periodica.

Prenota 1^ Consulenza Gratuita